Il tuo cellulare è spiato? Ecco i segnali per capirlo. E per rimediare

Amici “troppo curiosi”, fidanzati o ex, ma anche il datore di lavoro: siamo tutti potenziali vittime dei software di spionaggio. Ne esistono di molto costosi, ma anche ‘low cost’. Sono illegali, certo, se non autorizzati da un giudice, ma non tutti resistono alla tentazione di beccare un ipotetico tradimento o rubare foto e video. 

La paura, quindi, è quella di essere sotto controllo, magari senza saperlo. Esistono però dei segnali che dovrebbero farci insospettire. In primo luogo il nostro smartphone, se spiato, dovrebbe essere più lento del solito. La batteria si scaricherà più velocemente, si surriscalderà più velocemente e si sentiranno dei rumori di disturbo alla linea. Quindi, occhio…

Spiati dal cellulare? ecco cosa fare

Altri segnali sospetti possono essere il processo di spegnimento sarà più lungo e potrebbe anche succedere che si illumini, si attivi e cominci a installare applicazioni senza che noi lo controlliamo. Si potrebbero inoltre ricevere sms inconsueti da mittenti sconosciuti. Alcuni malware prevedono l’attivazione della funzione ‘Debug’ in Impostazioni, scegliendo Opzioni sviluppatori. Se lo trovate attivato e non siete stati voi, preoccupatevi. Se, dunque, vari elementi convergono nel geerare il sospetto di essere spiati, si può utilizzare una delle tante App come SpyWarn che dovrebbero individuare accessi non autorizzati ai dati del cellulare; quindi rivolgersi al gestore telefonico e, poi, andare alla Polizia Postale. Senza perdere altro tempo.