È Bolzano la città più cara d’Italia. L’Istat: 1136 euro in più per famiglia

È Bolzano la città più cara d’Italia. A seguire Milano e la vicina Trento. La speciale classifica delle città italiane con il costo della vita più alto è stata stilata per iniziativa dell’Unione nazionale dei Consumatori in base ai dati sull’inflazione resi noti in queste ore dall’Istat. Secondo le stime dell’Unc, nel capoluogo altoatesino l’aumento dei prezzi del 2,1 per cento comporterà in un anno una stangata di 1136 euro in più per una famiglia di quattro persone. In quello lombardo, invece, l’aumento dell’1,8 per cento porterà a una spesa maggiore di 924 euro. A Trento, la crescita dell’inflazione del 2 per cento porterà a un aumento di 814 euro annui.

Prezzi aumentati del 2,1 per cento

Per quanto riguarda l’indice nazionale dei prezzi al consumo, continua l’Unione consumatori, per una coppia con due figli l’inflazione all’1,4 per cento significa avere una maggior spesa annua di 532 euro, 173 euro per il solo carrello della spesa, ossia per la spesa di tutti i giorni. Se l’incremento dei prezzi dell’1,4 per cento significa pagare, in termini di aumento del costo della vita, per l’inesistente famiglia media Istat da 2,4 componenti, 420 euro in più nei dodici mesi (137 per il carrello della spesa), per una coppia con 1 figlio la stangata è di 500 euro in più su base annua (163 per la spesa di tutti i giorni).

Istat: seconda Milano, terza Trento

Sempre secondo i paramatri valutati dall’Istat, per un pensionato con più di 65 anni, la maggior spesa è pari a 276 euro, 281 euro per un single con meno di 35 anni, 407 euro per una coppia senza figli con meno di 35 anni.