Biotestamento, sì della Camera. Meloni: “È il cavallo di Troia dell’eutanasia” (VIDEO)

Con 326 voti a favore, 37 contrari e 4 astenuti la Camera ha approvato la proposta di legge sulle disposizioni anticipate di trattamento, il cosiddetto biotestamento. Hanno votato sì Pd, M5S, Democratici e progressisti, Sinistra italiana, Alternativa libera, Psi, Civici e innovatori; per il no si sono espressi Udc, Idea, Fratelli d’Italia, Lega, Alternativa popolare e Forza Italia, che ha lasciato comunque libertà di coscienza, linea, quest’ultima, seguita da Democrazia solidale-Cd e Direzione Italia. Il testo passa ora al Senato.

Fratelli d’Italia ha votato contro il biotestamento

Fratelli d’Italia ha votato contro la legge sulle “disposizioni anticipate di trattamento” perché questa legge, come ha spiegato Giorgia Meloni nella dichiarazione di voto a nome del gruppo, «è il cavallo di Troia dell’eutanasia, confonde l’accanimento terapeutico con le cure minime come la nutrizione e l’idratazione artificiali delegittimando i medici».