Antifascisti intolleranti anche a Parigi: scontri in piazza contro Marine Le Pen (video)

 

Subito dopo l’esito del ballottaggio si sono messi in moto gli antifascisti intolleranti che hanno continuato a mettere a ferro e fuoco Parigi. Scontri fra polizia e manifestanti di gruppi di estrema sinistra contrari sia a Marine Le Pen che Emmanuel Macron si sono svolti nella notte in diverse città francesi dopo il primo turno delle presidenziali. A Parigi, dove vi sono stati tre arresti e due feriti, alcune centinaia di giovani antifascisti, alcuni col volto coperto, si sono ritrovati a place de la Bastille esortando ad una “notte di barricate”, riferisce il sito di Le Figaro. Vi sono stati cariche della polizia, con dimostranti che hanno lanciato bottiglie e petardi contro gli agenti. Arresti sono stati effettuati anche a Nantes, dove manifestanti dei gruppi antagonisti marciavano dietro lo striscione “Né banchieri, né razzisti” .

Antagonisti e antifascisti, scontri nella notte

Vi sono stati lanci di bottiglie molotov, vetrine di banche infrante, a cui la polizia ha risposto con gas lacrimogeni. A Rouen la polizia ha impedito lo svolgimento di un corteo, mentre a Rennes non vi sono stati incidenti malgrado la manifestazione fosse stata vietata. A Tours circa 150 giovani hanno marciato al grido di “nè con Le Pen, nè con Macron”, ma anche “Macron e Le Pen, la finanza o l’odio”. Sono 29 le persone poste in stato di custodia cautelare dopo le manifestazioni, riferiscono i media francesi, aggiungendo che inizialmente erano state fermati 143 manifestanti. Negli scontri sono rimasti leggermente feriti sei poliziotti e tre manifestanti.