Allarme anche a Oslo: ritrovato un ordigno esplosivo vicino la metro

Non solo Stoccolma. Anche a Oslo è allarme rosso per il terrorismo, dopo il ritrovamento di un sospetto ordigno nella stazione “Groenland” della metropolitana, che aveva portato nella notte all’evacuazione e all’isolamento della zona dopo il ritrovamento del pacco sospetto e l’arresto di un uomo. Non si trattava di una bomba, come all’inizio si sospettava ma di “esplosivo”, come ha riferito la polizia, senza aggiungere prticolari sull’uomo fermato.
La polizia ha trovato un ordigno simile a una bomba nella zona commerciale di Grønland, nel pieno centro della capitale norvegese. La zona, piena di locali affollati per il week-end pre festivo è stata evacuata e transennata e al momento ancora off limits.  Secondo la polizia, l’ordigno «pare avere un potenziale esplosivo limitato», ma si attendono i risultati delle indagini più approfondite. «Anche se fosse un dispositivo a basso potenziale – spiega Marita Auner, capo della polizia di Oslo – in una zona così frequentata avrebbe provocato danni enormi».

Anche a Stoccolma, a bordo del camion rubato e fatto schiantare contro un grande magazzino, era spuntato un ordigno artigianale, probabilmente carico di liquido infiammabile che non si è innescato. Nel pomeriggio di ieri l’antiterrorismo ha effettuato un blitz a sud di Stoccolma: tre le persone finite in manette.