E alla fontanella di via della Scofa andò in scena il pediluvio del barbone

Ecco la fontanella di via della Scrofa, angolo con via dei Portoghesi. Una fontanella dove, solitamente, ci si disseta dalla “cannella” come si sarebbe detto un tempo, durante le afose giornate d’agosto. Una fontanella che adesso però è usata per pediluvi all’aperto, come testimonia la foto che pubblichiamo. Foto che non è tratta da un film di genere in lavorazione, che documenta il reale stato di degrado di una città e che perciò raccomandiamo alla signora Sindaca, agli assessori, ai consiglieri comunali e municipali e ai vigili urbani: il decoro della Capitale d’Italia – della sua periferia e del suo centro storico – dovrebbe star loro a cuore. Del resto, è il biglietto da visita della Città. Per i milioni di turisti. E per tutti quelli amano Roma. Queste scene, il pediluvio all’ora di pranzo del barbone di turno alla fontanella di via della Scofa, così come l’incredibile sporcizia che s’ammassa -documentata- per strade e vicoli, sarebbero già da censurare se fossero roba una tantum. Invece sono purtroppo la quotidiana realtà in cui Roma annaspa. Perciò, che si fa? Si interviene o si fa finta di nulla?