Lei 85 anni, il vicino 80: si alleano e mettono in scacco tre malviventi

Tre malviventi hanno tentato di truffare un’anziana, fingendosi carabinieri, ma sono stati scoperti e denunciati per tentata truffa aggravata. È accaduto a Castelpetroso (Isernia). Da diversi mesi i carabinieri svolgono attività informative contro le truffe, attraverso incontri, distribuzione di un vademecum e uno spot sulle emittenti televisive regionali. Così quando a Castelpetroso, una 85enne del posto, è stata contattata da un sedicente avvocato ha subito capito che si trattava di una truffa. L’uomo ha chiamato l’anziana dicendole che figlia aveva causato un incidente stradale e che doveva immediatamente pagare una multa di ottocento euro, che sarebbe stata riscossa da un carabiniere in borghese nella sua abitazione.

I tre malviventi scoperti

La donna insieme ad un suo vicino di casa, pensionato di 80 anni, ha allertato i militari della stazione di Cantalupo nel Sannio, territorialmente competenti, che attraverso la centrale operativa del comando provinciale hanno fatto scattare l’operazione: in tre, un 30enne, un 28enne ed un 27enne, tutti provenienti dalla zona di Secondigliano, in Napoli, sono stati bloccati mentre si recavano dalla vittima a bordo di un’auto intestata ad una società di noleggio. Nei confronti dei tre è scattata una denuncia per tentata truffa
aggravata. Sono in corso indagini per accertare se i tre siano coinvolti in altri episodi analoghi avvenuti in provincia di Isernia nei mesi scorsi.