Venezia, panico in Piazza San Marco invasa dal fumo per coprire una rapina (video)

Interminabili momenti di panico e di confusione in Piazza san Marco a Venezia, quando una coltre di fumo densa e bianca ha invaso l’aria e offuscato la visuale seminando il terrore tra turisti e veneziani: sulle prime, infatti, hanno pensato tutti a un attentato terroristico.

Venezia, fumo e panico in Piazza San Marco

Poi, in seconda battuta si è ipotizzato un incendio divampato in una delle tante attività commerciali che si affacciano sulla piazza. Ma non era neanche quella l’origine della nube fumosa: e infatti, come appurato nel giro di breve dalle forze dell’ordine intervenute sul posto, si trattava di un fumogeno lanciato dai rapinatori che hanno preso d’assalto il negozio Missiaglia, fuggiti poi rapidamente approfittando della confusione. Un diversivo, insomma: un ingegnoso diversivo a cui sono ricorsi dei malviventi nel maldestro tentativo di rapinare una gioielleria, tentativo andato a vuoto. In compenso, però, i mancati rapinatori sono riusciti a  seminare panico e sconcerto tra coloro – ed erano in tantissimi come sempre – che, poco dopo le 13 di oggi, si trovavano nella celebre piazza e sono stati improvvisamente messi in allarme da quello che sembrava un incendio scoppiato proprio sul campanile più famoso e visitato del mondo.

Un fumogeno piazzato per rapinare una gioielleria

Dopo lo smarrimento iniziale, però, in molti si sono resi conto che, a parte il fumo che impediva la vista di almeno metà della struttura, non si vedevano le fiamme. Ad un più accurato controllo dei vigili del fuoco  – che, nel frattempo, hanno raggiunto la piazza come altre squadre di agenti delle forze dell’ordine – il mistero è stato quindi svelato: individuata la fonte del fumo, si è scoperto che proveniva da un fumogeno posizionato alla base del campanile, messo appositamente lì da una banda di rapinatori che, grazie a quel diversivo e alla reazione della folla impaurita, speravano di riuscire a mettere a segno il colpo organizzato alla goielleria Missaglia in piazza San Marco. Colpo che, però, non gli è riuscito. Dopo aver piazzato il fumogeno, infatti, i malviventi hanno provato a entrare nella gioielleria, ma sono stati fermati dalle commesse che, capite le intenzioni del gruppo, hanno velocemente bloccato le porte e impedito l’ingresso ai ladri.