Un diamante di 706 carati. La pietra da Guinness scoperta in Sierra Leone

Un diamante enorme. Una scoperta entusiasmante. Scoperta da Guinness, in Sierra Leone: Emmanuel Momoh, un pastore cristiano ha trovato un super diamante grezzo da 706 carati, tra i 20 più grandi reperiti finora al mondo. Lo ha riferito la televisione nazionale, spiegando che il ritrovamento è avvenuto in una miniera artigianale nel villaggio di Koyadu, nel distretto orientale di Kono. Il diamante è stato consegnato al presidente della Sierra Leone, Ernest Koroma, che ha promesso che sarà venduto in modo del tutto trasparente, attraverso un’asta internazionale “al miglior offerente”. “Devo aiutare il governo e il mio popolo, in modo da tutti noi possiamo beneficiare da questa vendita”, ha detto il portavoce presidenziale Abdulai Bayraytay citando le parole del parroco autore dell’eccezionale scoperta. Anche se un quarto del territorio della Sierra Leone è ricco di diamanti, il paese, che conta circa sei milioni di abitanti, è una delle cinque nazioni più povere al mondo, secondo le Nazioni Unite. La Sierra Leone è inoltre da decenni al centro del commercio illegale di diamanti. Fatto che ha alimentato una sanguinosissima guerra civile durata oltre dieci anni (1991-2002), durante il quale si stima siano state uccise 70.000 persone. La speranza è che gli introiti del diamante siano adesso davvero usati per migliorare le condizioni di vita della popolazione.