Trump, migliaia di posti di lavoro con l’oleodotto dal Canada al Messico

Un altro provvedimento di Obama smantellato: l’amministrazione Trump concede l’autorizzazione per la realizzazione dell’oleodotto Keystone XL, capovolgendo una precedente decisione di Obama e uno schiaffo agli ambientalisti. Dopo otto anni la compagnia TransCanada ha ottenuto il semaforo verde al progetto per portare petrolio dal Canada agli Stati che si affacciano sul Golfo del Messico. Lo annuncia la stessa società TransCanada in una nota: ”Apprezziamo l’amministrazione Trump per aver rivisto e approvato questa importante iniziativa”, ha affermato infatti afferma Russ Girling, amministratore delegato di TransCanada. In particolare, l’oledotto in questione unirà i giacimenti di sabbia bituminosa canadesi alle raffinerie americane. Secondo gli osservatori statunitensi questo progetto porterà migliaia di posti di lavoro. L’oleodotto, che muoverà diversi miliardi di dollari, trasporterà oltre 800.000 barili di greggio al giorno dall’Alberta al golfo del Messico. Ora TransCanada sospenderà la richiesta di amministrazione controllata e continuerà le trattative con gli azionisti in Nebraska, Montana e South Dakota per ottenere permessi e approvazioni e cominciare finalmente la sospirata costruzione.