Trapani, giocavano alle slot machine invece di lavorare. Quattro denunce

Durante l’orario di servizio andavano a fare la spesa o a giocare alle slot machine. Così per quattro dipendenti dell’Azienda trasporti e mobilità (Atm) spa del Comune di Trapani è scattata la denuncia nell’ambito di un’inchiesta per truffa aggravata e peculato.

L’azienda di cui il Comune è azionista unico gestisce i servizi di trasporto urbano nel territorio dei comuni di Trapani ed Erice. Grazie a pedinamenti, appostamenti e videoriprese la Guardia di finanza ha potuto scoprire le «reiterate condotte illecite» dei dipendenti che nell’azienda avevano la funzione di controllori. È emerso così che durante l’orario di servizio, utilizzando talvolta anche l’auto aziendale e approfittando del fatto che il loro lavoro avveniva all’esterno della sede aziendale, ossia nei pressi delle varie fermate e a bordo degli autobus urbani, i quattro dipendenti infedeli facevano rientro a casa, oppure giocavano alle slot machine o ancora andavano a fare la spesa. «Gli abusivi comportamenti – spiegano dalla Guardia di finanza – sono stati segnalati alla Procura regionale della Corte dei Conti di Palermo, che determinerà il complessivo danno erariale procurato dagli infedeli dipendenti».