Sospeso il tour di Ligabue. «Devo operarmi a una corda vocale»

«Mi hanno diagnosticato la malattia professionale di chi canta e devo fare un intervento alle corde vocali». Luciano Ligabue, con un video sui suoi social, annuncia ai fan di dover sospendere il tour nei Palasport che aveva provato ad affontare nonostante i problemi di salute. La tournée «Made in Italy – Palasport 2017” è stata sospesa, colpa appunto di un polipo alla corda vocale sinistra, riprenderà a settembre-ottobre dopo l’intervento chirurgico. «Ho la mia agenzia che sta facendo il diavolo a quattro ma vorrà fare sì che questo tour si svolga a settembre e ottobre esattamente negli stessi palazzetti, nelle stesse città dove avete già preso i biglietti», assicura l’artista ai suoi fan, «ho bisogno di un po’ di mesi per rimettermi in sella ma lo farò. E quindi ci vediamo a settembre».

Ligabue: devo operarmi, ci rivediamo a settembre

Già lo scorso 14 marzo, il giorno del suo compleanno, dal palco del Mediolanum Forum di Assago, la pop star emiliana aveva aveva confessato  i problemi di salute scusandosi con il suo pubblico per non essere in forma. Ha resistito fino all’ultimo ma alla fine è stato costretto al ricovero. «Va beh ragazzi, parliamoci chiaro: sentite come son conciato con la voce. Sì, è così così. Purtroppo ho avuto una ricaduta e quindi si sente, faccio molta fatica a gestire proprio il cantato però non me la sentivo di far saltare il concerto all’ultimo. Quindi adesso andiamo dritti un po’ al sugo, ce la metto tutta, faccio veramente tutto quello che posso, vi chiedo scusa». Dopo 3-4 pezzi era praticamente senza voce. «Così – ha raccontato Libabue – ho avuto bisogno di farmi visitare ovviamente il giorno dopo e mi hanno detto una cosa che avrei preferito non sentirmi dire, ma che purtroppo rientra fra quelle che vengono definite le malattie professionali di chi canta cioè ho un polipo, in questo caso intracordale mi dicono, alla corda vocale sinistra. Il che significa una cosa molto semplice: il polipo non ti permette di poter cantare e quindi io adesso non posso cantare. Devo fare un intervento che mi dicono essere abbastanza semplice che però richiede qualche mese di recupero per la piena funzionalità delle corde vocali».