Siria, i terroristi islamici abbattono un caccia militare Mig 23 di Assad

Un aereo da combattimento siriano Mig-23 è stato abbattuto in corrispondenza della provincia di Idlib, nel nord del Paese e vicino al confine con la Turchia, ha reso noto il quotidiano turco Daily Sabah precisando che il gruppo Agrar al-Sham salafita ha rivendicato l’azione. Il pilota sembra essere riuscito a catapultarsi fuori dall’abitacolo, ma sembra essere ancora disperso, ha spiegato il premier turco Binali Yildirim. Non è ancora chiaro se l’aereo sia precipitato in territorio turco o siriano, comunque Ankara ha avviato delle ricerche. 

Prosegue l’esodo di civili nel nord della Siria

Intanto si apprende che sono più di trentamila i civili siriani fuggiti dalla provincia di Aleppo, nel nord della Siria, dove stanno avanzando le truppe del governo di Damasco sostenute dalla Russia contro l’Isis Lo hanno reso noto gli attivisti dell’Osservatorio siriano per i diritti umani, spiegando che la maggior parte dei civili fuggiti sono donne e bambini. L’esercito siriano ha riconquistato molti villaggi nella provincia di Aleppo nell’ambito dell’offensiva militare tuttora in corso. La maggior parte dei civili è fuggita nelle zone attorno a Manbij, che sono sotto il controllo delle Forze democratiche siriane, un’alleanza di combattenti curdi e arabi sostenuti dagli Stati Uniti nella lotta all’Isis.