Sfiducia a Lotti. Salvini contro Forza Italia: ha problemi di identità politica

Alla fine della prossima settimana o all’inizio di quella successiva sarà calendarizzata la mozione di sfiducia nei confronti del ministro dello Sport  Luca Lotti. Forza Italia ha deciso che non la voterà. Una posizione oggi criticata da Matteo Salvini: “Se qualcuno che è all’opposizione vota con il Pd o con Renzi – dice il leader della Lega – ha qualche problema di identità politica e non fa gli interessi degli italiani”. E comunque, aggiunge, “prima si vota e si manda a casa questo governo e meglio è”.

Il senatore dem Andrea Marcucci assicura a sua volta che “il Pd non ha alcun timore di affrontare la mozione del M5S contro il ministro Lotti. Una sfiducia che è immotivata, strumentale ed inutile. La nostra posizione è quella di rispettare il calendario d’aula che è già stabilito”. “Ci attendono – ha aggiunto – provvedimenti più importanti, come il ddl contro la povertà e la commissione di inchiesta sul sistema bancario”, ha aggiunto l’esponente del Partito democratico. A fianco del governo si schiera anche Angelino Alfano:  “Sono sempre stato garantista, sosterremo il ministro e collega Luca Lotti in Parlamento”.

Stessa linea seguita dal gruppo Udc, la cui scelta è stata così motivata dal segretario nazionale Lorenzo Cesa: “I parlamentari dell’Udc voteranno contro la mozione di sfiducia nei confronti del ministro dello Sport Luca Lotti, indagato nell’inchiesta sulla Consip. Siamo garantisti fino in fondo: per noi il principio della presunzione di innocenza vale sempre e comunque nei confronti di tutti a prescindere dalle collocazioni politiche”.  “Anziché prestarci a strumentalizzazioni politiche – conclude l’eurodeputato – restiamo concentrati sulle emergenze del Paese”.