Scontri al corteo anti-Salvini: black bloc scatenati, danni, quattro fermi

Lacrimogeni e idranti in azione da parte delle forze dell’ordine al corteo anti-Salvini a Napoli. La reazione della polizia è arrivata dopo il lancio di petardi e oggetti contro le forze dell’ordine da parte di un gruppo di manifestanti che si è staccato dal corteo organizzato. Gli scontri si stanno verificando davanti alla stazione ferroviaria di Napoli Campi Flegrei, nei pressi della Mostra d’oltremare. Fitto il lancio di petardi e molotov da parte di un gruppo di manifestanti, tra cui anche i famigerati black bloc, che si è staccato dal corteo organizzato contro l’arrivo di Salvini a Napoli. Le forze dell’ordine schierate in assetto antisommossa a piazzale Tecchio, nei pressi della Mostra d’Oltremare, hanno risposto con un lancio di lacrimogeni. Tra i cori intonati anche Un giorno all’ improvviso, molto comune negli stadi, e la solita Bella Ciao. Le forze dell’ordine hanno allontanato con una carica il gruppo di manifestanti a piazzale Tecchio, respingendoli verso via Giulio Cesare. In strada sono stati rovesciati cassonetti della spazzatura. 

Al corteo circa duemila persone: anche i black bloc

Il leader della Lega è furioso: ”É scandaloso che un ex magistrato sfortunatamente sindaco, spero ancora per poco, si permetta di decidere chi può e chi non può venire a Napoli”, ha detto Matteo Salvini al suo arrivo al Palacongressi. Il corteo della manifestazione anti Salvini a Napoli ha attraversato la galleria che la Piedigrotta conduce al quartiere di Fuorigrotta, muovendosi verso la Mostra d’Oltremare dove appunto si svolge la convention di “Noi con Salvini” alla presenza del leader della Lega. Cori e fumogeni hanno caratterizzato l’attraversamento della galleria. Secondo gli organizzatori, i manifestanti sarebbero oltre duemila. Il corteo è autorizzato solo fino a piazzale Tecchio, nei pressi dello stadio San Paolo, mentre è interdetto l’attraversamento di viale Kennedy nel quale si trova uno dei varchi della Mostra d’Oltremare. Al momento i manifestanti stanno indietreggiando verso la galleria Quattro giornate. Il gruppo si trova ora verso piazza Italia ed è stato quindi allontanato dalle forze dell’ordine dalla zona della Mostra d’Oltremare dove si sta svolgendo la convention del movimento Noi con Salvini. Intanto sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco per due cassonetti dati alle fiamme in via Giulio Cesare. 

In serata è  tornata la calma a Fuorigrotta

Sta lentamente tornando la calma nel quartiere Fuorigrotta, dove nel pomeriggio sono avvenuti violenti scontri tra forze dell’ordine e un gruppo di manifestanti che si è staccato dal corteo anti Salvini. Il gruppo di manifestanti è stato respinto dalle forze dell’ordine in assetto antisommossa fino alla galleria Quattro giornate, dove si sono dispersi. I diversi varchi della Mostra d’Oltremare, dove si svolge la manifestazione del movimento Noi con Salvini, sono ancora presidiati dalle forze dell’ordine. Almeno quattro i fermi.