Ritrovato ferito in Turchia il pilota del caccia siriano abbattuto sabato

E’ stato ritrovato il pilota del Mig 23 siriano precipitato ieri in territorio turco. Ferito, è stato trasportato in ospedale. A renderlo noto l’agenzia di stampa Anadolu, riportando le parole del governatore della provincia di Hatay. Sull’areo caduto il gruppo islamico salafita Ahrar al-Sham ne ha rivendicato l’abbattimento e sostenuto che si trovasse nella zona di Idlib per bombardare le postazioni dei terroristi dell’Isis.

Il pilota del Mig si era lanciato col paracadute

L’Osservatorio siriano per i diritti umani non ha escluso l’ipotesi di un problema tecnico. Il pilota , che si sarebbe salvato utilizzando il paracadute, è stato ritrovato dopo nove ore di ricerche dalle forze turche che già ieri sera avevano dato il via alle ricerche nella zona del confine siriano. Pochi giorni fa le forze dell’esercito regolare siriano del presidente Bashar al-Assad avevano annunciato ufficialmente di aver ripreso il controllo della città di Palmira, famosa nel mondo per il sito archeologico patrimonio dell’umanità. In un comunicato il Comando generale dell’Esercito e delle Forze Armate annunciava che “unità dell’Esercito hanno ristabilito il controllo sulla città di Tadmur (Palmira) dopo aver inflitto pesanti perdite all’organizzazione terroristica dell’Isis”.