Rimini, accoltella un nigeriano: ipotesi di tentato omicidio per motivi razziali

Prima l’ha picchiato, poi l’ha ferito con un coltello e infine ha cercato di investirlo. E’ l’aggressione feroce perpetrata da un 39enne italiano, nato a Roma ma residente a Rimini, ai danni di un nigeriano di 25 anni richiedente asilo. Il fatto è accaduto a Rimini davanti a un supermercato. L’uomo è stato arrestato dalla polizia di Rimini per tentato omicidio aggravato da futili motivi e da motivi razziali, così come disposto dal sostituto procuratore, Davide Ercolani.

Il 25enne nigeriano lotta tra la vita e la morte

Il ragazzo nigeriano è in ospedale e lotta tra la vita e la morte. Ha fratture multiple, la milza spaccata e varie emorragie interne. Ha superato la notte ma rimane ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Infermi. L’aggressore – che ha diversi precedenti – prima l’ha preso a pugni e calci poi, con un coltello, lo ha colpito all’addome. Il giovane è riuscito a rialzarsi e ha cercato di fuggire ma il 39enne italiano, a quel punto, è salito in auto, lo ha inseguito e lo ha investito. Il giovane nigeriano è arrivato in Italia nel settembre scorso e ha presentato istanza per l’asilo politico. Dopo l’accaduto, il Questore di Rimini, Maurizio Improta, sta valutando il rilascio di un permesso di soggiorno per motivi umanitari che potrebbe accelerare le pratiche sull’asilo politico del ragazzo nel caso che riuscisse a sopravvivere. L’amministrazione comunale di Rimini, in una nota, si definisce sgomenta “per un episodio su cui occorre far luce nei dettagli e nella dinamica”.