Renzi è ingrassato ma la Boschi lo vede “in grandissima forma”…

Maria Elena Boschi è tornata, da pochi giorni: prima una breve apparizione televisiva, ora qualche timida dichiarazione al Lingotto, dove Matteo Renzi è di scena e cerca di riprendersi il partito. Dopo tre mesi di silenzio, per far dimenticare le sue promesse di lasciare la politica se avesse perso la sfida col referendum, lady Etruria è ricomparsa per lodare il suo pigmalione politico, nel frattempo meno popolare di prima, con un Pd spaccato da recuperare e con un pancione da “junk food” da smaltire, come si nota in tutte le sue apparizioni pubbliche. Eppure per Maria Elena Renzi è “in grandissima forma, pieno di idee e soprattutto circondato da tanto affetto e da tante persone che  sono qui con noi per ripartire insieme”. Ma a quale forma si riferiva la Boschi? Ai fianchetti, ormai straripanti. o alla forma politica, che forse va ancora peggio vista l’accoglienza dei giornali al suo modesto discorso del Lingotto?

«È vero, ultimamente sono ingrassato», riconosceva un anno fa  davanti allo sguardo severo di Lilli Gruber, quando nel 2016 ancora pensava di poter dare un futuro al Paese. A quanto pare non gli servì acquistare un tapis roulant per la palestra interna di palazzo Chigi. Ma quelle rotondità del premier sono saltate fuori anche qualche giorno fa sempre a “Ottoemezzo” della Gruber”, quando davanti al direttore dell’Espresso  Tommaso Cerno è sbottato: “C’è un disegno evidente in queste ore il cui l’obiettivo è creare tensioni ad hoc per alimentare le polemiche e non parlare dei bisogni degli italiani. Da mesi si parla solo di cosa fa Renzi, di quanti chili ha preso Renzi…”. E Lilli Gruber: “Quanti chili ha perso?”. Poi interviene anche Cerno: “Quanti?”. E Renzi: “Quanto sono ingrassato? Cerno si faccia i fatti suoi”. Eppure, per la Boschi, lui è in grandissima forma…