Razzi posa con Assad: e nel postare la foto online inciampa in un H di troppo (video)

Dopo Ciccio Kim, (al secolo Kim Jong-un) nelle ultime ore è stata la volta di Bashar al-Assad: e sul web impazza la photo-gallery – e le relative freddure – di Antonio Razzi, pronta ad aggiornarsi all’ultimoscastto con il leader di turno e ad arricchirsi delle ultime polemiche, a sfondo satirico e non. Infatti, dopo aver postato sul web la foto che lo ritrae accanto al leader siriano Assad, l’esponente forzista commenta con un h di troppo…

Il senatore Razzi incontra Assad

Dunque, stavolta il senatore azzurro Razzi, componente della commissione Esteri di Palazzo Madama, ma ormai noto soprattutto grazie all’irriverente imitazione di Maurizio Crozza – facilitata dalle spontanee incursioni nel canto e nello show business di cui si rende spesso protagonista lui stesso – si ritrova a dover fronteggiare una serie di reazioni scomposte e di polemiche strumentali per il semplice fatto di essersi ritrovato a posare accanto all’uomo forte di Damasco. E se già l’accostamento fotografico ha indignato internauti indefessi e soliti polemisti agguerriti, il resto – come facilmente immaginabile – lo ha fatto l’increscioso errore di ortografia che Razzi ha incautamente aggiunto all’epico post. E dall’orrore dell’Isis all’orrore grammaticale il passo è stato breve.Almeno per il senatore Razzi.

E inciampa in un “h” di troppo…

Razzi, infatti, messo all’indice per foto e didascali, è stato beragliato dunque soprattutto per l’inciampo ortografico postato online. Proprio come farebbe il suo clone televisivo, il suo “doppiò satirico”, il senatore forzista in risposta alla reprimenda internetica di Selvaggia Lucarelli, ha twittato: «Il talk fesso offende solo le menti»; poi, azzardando una lettura geopolitica della missione, è caduto rivinosamente sull’uso dell’acca: «L’incontro con Assad può servire – ha scritto testualmente in Rete Razzi – ha costruire un ponte di Pace»…