Rapina un bar, quattro anni di carcere per un bottino di 80 centesimi

In cella per una rapina di 80 centesimi. Si spalancano le porte del carcere di Chieti per M.N., operaio di 46 anni che vive a Francavilla: dovrà scontare un cumulo di pena di quattro anni, cinque mesi e venticinque giorni. Come riporta il Messaggero, i carabinieri di Francavilla hanno eseguito l’ordine di carcerazione emesso nei giorni scorsi dalla procura generale della Corte d’Appello dell’Aquila. Per ricostruire la vicenda bisogna tornare indietro al 2011. È il 16 agosto quando M.N., insieme a un complice, decide di rapinare l’incasso di giornata del bar Tropical, in zona Foro. Quando entra nel locale, però, il proprietario si rifiuta di consegnare i soldi. È in quel momento che i due, riporta ancora il Messaggero, per non fuggire via a mani vuote, riescono a strappare il borsello ad un cliente. Poi si danno alla fuga.

Rapina un bar, l’amara sorpresa

Quando aprono il portafoglio, si legge ancora sul Messaggero, l’amara sorpresa: ci sono solo un paio di monete, per un totale di ottanta centesimi. Sul posto arrivano i carabinieri. La descrizione fornita dalla vittima permette agli investigatori di mettersi sulle tracce dei rapinatori, trovarli e arrestarli. Le altre condanna di M.N. sono relative a reati commessi in Svizzera nel 2004 (furto, rapina, danneggiamento, spaccio e tentato riciclaggio). Dopo l’arresto, per lui è scattata anche una multa di novecento euro.