Raid armati in stile Gomorra, carabinieri in azione contro le “stese”

La “stesa” è una vera  e propria azione di guerriglia, in stile Gomorra, che negli ultimi anni sta impazzando nei vicoli di Napoli per effetto di una guerra tra i clan in atto. I Carabinieri sono entrati oggi in azione nei  Quartieri Spagnoli per controllare eventuali blitz in preparazione da parte di bande, spesso di  giovanissimi. I Carabinieri del nucleo operativo della compagnia  Napoli Centro hanno arrestato per detenzione illegale di armi e  ricettazione un 17enne, già noto alle forze dell’ordine, in quanto nella sua abitazione, sotto la rete di un letto ripiegabile, i militari hanno rinvenuto una semiautomatica carica, provento di furto e una pistola a salve, modificata e carica. Il 17enne è stato accompagnato al centro di prima accoglienza dei Colli Aminei. Sempre ai Quartieri Spagnoli, in via Concezione a Montecalvario, durante la notte i Carabinieri del nucleo operativo  hanno scovato e sequestrato nel sottosella di uno scooter, senza targa e provento di furto, una semiautomatica, rubata, completa di  caricatore e cartucce e un paio di guanti in lattice.

Setacciati altri quartieri popolari di Gomorra

Due giorni fa è stato eseguito un ulteriore sequestro di  armi nella zona della Pignasecca, dove gli stessi militari hanno
trovato, nascosta nelle scale di un condominio vicino alla bici di un bambino, una semiautomatica calibro 6,35 con matricola abrasa carica e con 8 colpi nel caricatore. Ancora ai quartieri spagnoli, nella feritoia di un muro perimetrale 
chiusa da una pietra, i Carabinieri della compagnia Stella e del Reggimento Campania hanno trovato una pistola di fabbricazione spagnola, carica, avvolta in un calzino, 19 dosi e una bustina di cocaina e un bilancino di precisione. Le armi sequestrate saranno inviate al Racis di Roma per gli accertamenti dattiloscopici e balistici per verificare il loro eventuale impiego in recenti fatti di  sangue o intimidazione.