Quasi un milione per il Papa a Milano. Bergoglio è partito dalle periferie

Messa oceanica, per Papa Francesco, al parco di Monza. Quasi un milione i partecipanti.  La visita a Milano del Pontefice è partita dalle periferie, per poi raggiungere il centro della città, dove centomila persone hanno assistito all’Angelus in piazza del Duomo. Il Papa  ha quindi riattraversato ancora una volta la città fino al carcere di San Vittore dove ha incontrato tutti i 900 detenuti e pranzato con 100 di loro, che hanno anche cucinato. Un breve riposo nell’ufficio del cappellano don Recalcati e poi  la messa  al parco di Monza. Ultima tappa del Papa lo stadio di San Siro: 80mila ragazzi cresimandi con parenti ed educatori. 

In Duomo, con l’arcivescovo Scola al suo fianco, il ha incontrato prima i preti, le suore e i religiosi della Diocesi ambrosiana. Ed è al clero che ha parlato, invitando a non “temere le sfide” che, anzi, vanno “prese per le corna, come i buoi: dobbiamo piuttosto temere una fede senza sfide, che si ritiene completa”. Rispondendo alle domande di diaconi e sacerdoti presenti ha anche parlato dei giovani: “Sono sottoposti a uno zapping continuo: ci piaccia o no, è il mondo in cui sono inseriti, nostro dovere come pastori è aiutarli ad attraversare questo mondo”. Poi, l’incontro con il “suo” popolo.