Provano a imbarcarsi per la Spagna coi documenti falsi: fermati 2 nigeriani

Le stringenti misure di sicurezza applicate sorpattutto in quelli che vengono definiti target sensibili sempre nel mirino dei teorrirsti, come aeroporti, stazioni e porti, sembrano non scoraggiare comunque chi – terrorismo o meno – ha intenzioni illeciti già ancor prima di imbarcarsi e intraprendere il viaggio.

Ai controlli in aeroporto esibiscono documenti falsi

Così, è potuto succedere ancora una volta che, durante i normali controlli svolti in questo caso dai Carabinieri della Stazione presso l’Aeroporto di Ciampino e dell’Aliquota Servizi e Sicurezza, venissero scoperte due persone pronte a partire per la Spagna con dei documenti falsi. I due, un cittadino nigeriano di 28 anni e una sua connazionale di 24, sono stati “beccati” mentre stavano per imbarcarsi per su un volo che li avrebbe portati a Santander, in Spagna. La coppia infatti, accuratamente controllata dai Carabinieri, ha esibito due documenti validi per l’espatrio che gli Uffici Immigrazione delle Questure rilasciano ad apolidi, stranieri e rifugiati politici. Dai successivi e più approfonditi accertamenti, voluti in seguito al sorgere di stranezze e relativi sospetti però, è emerso che i documenti erano falsi. I due sono stati arrestati dai Carabinieri e condotti in caserma in attesa del rito direttissimo.