Primo faccia a faccia alla Casa Bianca tra Angela Merkel e Donald Trump (video)

 

La cancelliera tedesca Angela Merkel è stata accolta alla Casa Bianca dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Un faccia a faccia molto atteso dopo le burrascose dichiarazioni del presidente Usa sulla Ue “pilotata dalla Germania”. Arrivata a bordo di un’utilitaria nera, il tycoon le ha stretto la mano mentre usciva dal veicolo. I due leader hanno quindi chiacchierato brevemente e sorriso prima di entrare nella residenza presidenziale. In agenda, tra l’altro, le relazioni commerciali, la Nato, la lotta al terrorismo, i rapporti con il leader del Cremlino Vladimir Putin e la crisi ucraina

Nella sua visita, la Merkel è accompagnata dai numeri uno di tre grandi aziende tedesche, la Siemens, la Bmw e la Schaeffler, produttrice di componenti auto, che parteciperanno ad una tavola rotonda presieduta da Trump con altri dirigenti d’impresa americani. Sarà presente anche Ivanka Trump

A poche ore dai colloqui la Deutsche Welle, l’emittente radiofonica pubblica tedesca, esprimeva questo auspicio: Angela Merkel ha una certa esperienza nel gestire casi di politici ‘egomaniacali’, e questo potrà venirle in aiuto nel momento in cui si vedrà con Donald Trump. Secondo la DW  Angela Merkel  “non si è lasciata intimidire da Recep Tayyip Erdogan, che non perde occasione per richiamare il passato nazista della Germania, né da Jaroslaw Kaczynski, che ha accusato Berlino di comandare l’Europa a colpi di decreto, o da Vladimir Putin, quando ha denunciato l’iniquità delle sanzioni occidentali”. La Germania scommette sulla concretezza: una guerra commerciale tra Ue e Usa rappresenterebbe un grosso peso per l’economia globale, un indebolimento della Nato e un isolamento americano metterebbero fine all’attuale ordine mondiale. 

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ribadisce l’impegno nella Nato ma chiede ai paesi alleati di pagare la giusta quota nelle spese di difesa. Trump, al termine del faccia a faccia con la cancelliera Angela Merkel alla Casa Bianca, ha ringraziato – in una conferenza stampa congiunta – la Germania per il suo impegno ad aumentare i suoi contributi alla Nato del 2 per cento del suo Pil.

“Dobbiamo proteggere i nostri confini – ha detto sul tema immigrazione la Merkel – ma dobbiamo anche guardare ai rifugiati che fuggono dalle guerre e dalla povertà”.