Prima scena gay in un film Disney, polemiche in Usa e in Russia (video)

E alla fine doveva arrivare anche per la Disney l’ambito traguardo: la prima scena gay in una pellicola destinata ad intrattenere i bambini. Con tante polemiche e tanta pubblicità per la versione live action de La Bella e la Bestia, con Emma Watson e Dan Stevens, in uscita nelle sale di tutto il mondo il prossimo 16 marzo. Si tratta del rifacimento del cartone del 1991 ispirato alla celebre favola europea. La rivelazione su questa novità non da tutti apprezzata è stata del regista Bill Condon: nel film ci sarà questa prima scena gay, questa svolta nella storia cinematografica della casa legata a Topolino,  costruita attorno al personaggio di LeTont, l’aiutante del cattivo Gaston.

Le polemiche non si sono fatte attendere. Nella città di Henagar, Alabama, un cinema drive-in ha annunciato che non lo proietterà, a seguito delle proteste di cattolici ultra-tradizionalisti. Anche in Russia la propaganda gay sottesa al film non risulta gradita: un deputato ha chiesto al governo la messa al bando del film. La denuncia è stata formalizzata in una lettera inviata dal parlamentare Milonov Vitaly al ministro della Cultura Vladimir Medinsky. Nella pellicola – si legge nel testo – ci sarebbero “elementi propagandistici dell’omosessualità”.