Picchia una donna e tenta di darle fuoco: tragedia sfiorata a Gallipoli

Tragedia sfiorata per miracolo. Un uomo ha picchiato una giovane donna e poi ha tentato di darle fuoco: la follia è accaduta a Gallipoli, in provincia di Lecce, dove gli agenti del Commissariato, al termine di una serie di indagini, hanno denunciato a piede libero un uomo di 63 anni, con piccoli precedenti alle spalle. La donna si trovava da sola in casa quando, ha aperto la porta e si è trovata di fronte l’uomo che ha iniziato a colpirla con calci e spintoni in ogni parte del corpo, senza alcuna spiegazione. Poi, dopo averla scaraventata per terra, le ha spruzzato addosso del liquido infiammabile ma si è dovuto allontanare perché la donna si è messa a urlare. Questo l’ha salvata. 

Follia a Gallipoli: getta alcol etilico sulla ragazza

La vittima, non residente a Gallipoli, aveva preso in affitto un appartamento non lontano dalle spiagge della Città Bella. Sono in corso di accertamento le cause del gesto di violenta follia. Solo la reazione decisa della donna ha evitato conseguenze più gravi. Dopo l’episodio, la vittima è rimasta chiusa in casa per quasi un giorno terrorizzata dal solo pensiero di potersi imbattere nuovamente nel feroce aggressore. Trascorse molte ore ha chiesto l’intervento di una volante del Commissariato e del 118 che l’hanno trasportata in ospedale dove è stata curata. Sul luogo dell’accaduto, gli agenti hanno subito percepito la presenza di alcool etilico sugli indumenti della ragazza, che ha formalizzato una denuncia contro ignoti allo stesso Commissariato. Gli agenti sono giunti all’identificazione del responsabile sviluppando le descrizioni fornite dalla vittima e da un testimone. L’indagato dovrà ora rispondere dei reati di violenza privata, violazione di domicilio, percosse e minacce aggravate.