Perde il lavoro ma intasca 100mila euro con un “Gratta e vinci” da 20 euro

Gli erano rimasti venti euro in tasca, ha deciso di investirli in un biglietto in tabaccheria, un “Gratta e vinci” che gli ha fruttato 100mila euro. Soldi quantomai graditi, per un friulano di Udine che aveva perso il lavoro poche ore prima. E in più ha da anni il carico di un mutuo da pagare ogni mese. La vicenda, raccontata dal Gazzettino veneto, è di quelle che ti inducono a pensare che il destino esista e talvolta la fortuna aiuti gli audaci. Un padre di famiglia che aveva appena perso il lavoro ha tentato la fortuna comprando a Udine un biglietto della lotteria istantanea “Gratta e vinci” e ha vinto l’ingente somma in un tabacchino con un “Gratta e vinci” dal nome evocativo: “Maxi Miliardario”, da 20 euro. 

A Cuneo un “Gratta e vinci” altrettanto fortunato

A Cuneo, qualche giorno fa, un uomo aveva vinto 500mila euro con un “Gratta e vinci” da 5 euro. Il fortunato è un cinquantenne del capoluogo, cliente abituale, che ha acquistato un biglietto della lotteria “Il Miliardario”, ottenendo il massimo premio possibile per questa tipologia di gratta e vinci. Nel giugno 2013, per la prima volta nella Granda, un altro cuneese aveva vinto un milione di euro acquistando un “gratta e vinci” da 10.