Il parroco della Raggi: “Qui non s’è mai vista, ha snobbato anche il Papa”

La notizia è passata sotto silenzio, ma ha destato più di un imbarazzo tra il Vaticano e il Campidoglio. Il sindaco di Roma Virginia Raggi, con una scelta senza precedenti nella storia della Capitale, è rimasta a casa nonostante a poche centinaia di metri da lei fosse venuto Papa Francesco. La visita di domenica alla Borgata Ottavia ha visto mobilitato tutto il quartiere, inclusi laici e non credenti: Bergoglio ha scelto infatti la parrocchia di Santa Maddalena di Canossa per festeggiare i suoi quattro anni di pontificato. Ma la sindaca grillina non si è fatta impressionare dall’arrivo del pontefice. Ha preferito passare la domenica come una comune cittadina e non come dovrebbe fare il sindaco della Capitale.

C'erano tutti gli abitanti del quartiere per la visita del Papa, tranne la Raggi

C’erano tutti gli abitanti del quartiere per la visita del Papa, tranne la Raggi

“La Raggi non poteva venire? Doveva mandare un saluto”

Il parroco della chiesa Maddalena di Canossa di Ottavia, padre Giorgio Spinello, ancora non si capacita della clamorosa diserzione della sua più illustre parrocchiana: «La sindaca poteva almeno farsi vedere o mandare un saluto, avrebbe fatto piacere alla nostra comunità», dice al Messaggero. Perché la Raggi n0n era presente? «Forse era fuori per lavoro», ipotizza padre Giorgio. Il giornalista ipotizza una ripicca della sindaca per il mancato invito. «Di solito non ci sono inviti, semmai si partecipa spontaneamente». Ma, osserva con curiale perfidia il parroco, «c’era o non c’era la sindaca, l’evento è riuscito bene uguale».

Il parroco della Raggi: “Non l’ho mai vista in chiesa”

Resta la clamorosa assenza. E non è un problema religioso, perché se a pochi passi del sindaco fosse arrivato il Dalai Lama o un capo di Stato straniero, la diserzione del sindaco sarebbe stata altrettanto singolare. Il parroco, però, fa notare che la Raggi col suo quartiere ha un rapporto non troppo assiduo. «Io sto qui ad Ottavia da anni, ma non la conosco, non so nemmeno se fa parte della mia parrocchia, non l’ho mai vista». Poi la reprimenda: «Doveva almeno farsi vedere, dare un saluto a questa comunità, essendo questo l’ambiente dove vive da anni e dove è molto conosciuta».