Il Papa: “A Milano sono stato accolto con calore anche dai non credenti”

Papa Francesco all’Angelus è ritornato sulla sua visita pastorale a Milano. «Vorrei ringraziare il cardinale arcivescovo di Milano e tutto il popolo milanese per la calorosa accoglienza di ieri. Veramente, mi sono sentito a casa e questo con tutti, credenti e non credenti. Vi ringrazio tanto, cari milanesi.  E vi dirò una cosa– ha aggiunto il pontefice –  ho constatato che è vero quello che si dice, “a Milan si riceve col cor in man”».

Il Papa sul Vangelo odierno: “Camminate nella luce”

Abbandonare le “luci false, per seguire quella vera della fede, dalla quale siamo illuminati con il Battesimo. È il monito che Papa Francesco, partendo dal Vangelo di oggi, il miracolo del cieco che riacquista la vista, rivolge ai fedeli durante l’Angelus in Piazza San Pietro. “Anche noi siamo stati illuminati” da Cristo nel Battesimo, e quindi siamo chiamati a comportarci come figli della luce. Questo esige un cambiamento radicale di mentalità, una capacità di giudicare uomini e cose secondo una nuova scala di valori, che viene da DioIl sacramento del Battesimo, infatti, esige una scelta ferma e decisa di vivere come figli della luce e camminare nella luce”, sottolinea Francesco.

Il Papa: “Il pregiudizio distorce la realtà”

Il pregiudizio distorce la realtà e ci carica di avversione contro coloro che giudichiamo senza misericordia e condanniamo senza appello. Un’altra luce falsa, perché seducente e ambigua, è quella dell’interesse personale: se valutiamo uomini e cose in base al criterio del nostro utile, del nostro piacere, del nostro prestigio, non facciamo la verità nelle relazioni e nelle situazioni”. Il pregiudizio, aggiunge il Papa parlando a braccio “è pane di tutti i giorni, quando chiacchieriamo degli altri camminiamo nell’ombra” come “se andiamo sulla strada del cercare solo l’interesse personale, camminiamo nell’ombra”.