Pagarono per le interviste, condannati ex capigruppo regionali. Assolto solo il Pdl

Solo l’allora capogruppo del Pdl, Luigi Giuseppe Villani, è stato assolto. Per tutti gli altri ex presidenti dei gruppi regionali dell’Emilia Romagna, invece, la sezione d’appello della Corte dei conti di Roma ha confermato la condanna a risarcire l’erario per le interviste a pagamento che si fecero fare da alcune tv locali durante la passata legislatura. 

I capigruppo condannati a risarcire oltre 132mila euro

I fatti risalgono al triennio che va dal 2010 al 2012 e coinvolgono gli allora presidenti dei gruppi Marco Monari del Pd, Gian Guido Naldi di Sel, Roberto Sconciaforni della Federazione della sinistra, Silvia Noé dell’Udc, Andrea Defranceschi del M5S e Mauro Manfredini della Lega Nord, che nel frattempo è deceduto. La cifra totale supera di poco i 132mila euro.

Le interviste non potevano essere a pagamento

I consiglieri si erano fatti intervistare a pagamento in alcune tv locali della regione ma, secondo i magistrati, il denaro era stato speso in modo illegittimo perché i componenti dell’Assemblea legislativa non possono farsi intervistare a pagamento in programmi di informazione. Secondo la legge, infatti, si può pagare solo per messaggi politici autogestiti e non interviste e ci deve essere una chiara indicazione sullo schermo televisivo della natura del messaggio.