Omicidio a Cirò Marina, donna uccisa in casa con un colpo alla testa

Uccisa con un colpo alla testa. Una donna Antonella Lettieri, di 40 anni, è stata trovata morta nella sua abitazione di Cirò Marina, in Calabria. Il cadavere della donna, che lavorava come commessa e viveva da sola, era riverso in una pozza di sangue sull’uscio di casa. Dalle prime analisi effettuate dai carabinieri, come si legge sul Messaggero, la donna è stata uccisa con un colpo alla testa, inferto con un corpo contundente. L’abitazione della donna è stata trovata a soqquadro.

Uccisa a Cirò Marina, le indagini

L’assassino ha colpito con particolare accanimento. Gli investigatori dei carabinieri infatti, dopo la prima ispezione cadaverica fatta dal medico legale alla presenza del pm di Crotone, parlano di delitto «particolarmente efferato». Sul cadavere della quarantenne, ricostruisce il Messaggero, sono stati rilevati diversi altri segni di accanimento. Al momento i militari del Comando provinciale di Crotone, della Compagnia di Cirò Marina e della squadra di investigazioni scientifiche del Reparto operativo sono al lavoro per setacciare ogni angolo dell’appartamento dove la donna viveva sola a caccia di qualsiasi indizio che possa essere utile. Si stanno, inoltre, ascoltando i familiari e i parenti della vittima per acquisire elementi sulla sua personalità e sulle abitudini di vita. I militari, si legge ancora sul Messaggero, hanno accertato che la donna ieri è stata regolarmente al lavoro nel negozio di prodotti alimentari gestito dalla sorella. A trovare il cadavere è stato il cognato preoccupato per il fatto che la donna non si fosse presentata al lavoro. Al momento del ritrovamento, Antonella indossava il giubbotto e aveva accanto il telefono cellulare.