Offre droga che nasconde nel tombino a carabinieri in borghese: arrestato

Era noto alle forze dell’ordine lo spacciatore originario del Mali, e senza fissa dimora a Roma, che nascondeva la droga in una lattina, avvicinava gli acquirenti, prendeva le ordinazioni delle dosi e poi prelevava la droga che aveva occultato all’interno di un tombino in via di San Vito, una traversa di via Merulana. Solo che ieri pomeriggio, nel contattare incautamente dei carabinieri in borghese nelle vicinanze, qualcosa è andato storto nei suoi traffici illeciti, inceppando il meccanismo collaudato da tempo…

Offre la droga a carabinieri in borghese

E così, dopo gli agenti in borghese sui bus per prevenire furti e altri reati, ad agire ieri nel centro della capitale ha provveduto una squadra di carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina, in servizio in abiti civili, sono stati incautamente avvicinati da un uomo, un 32enne originario del Mali, senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, il quale, dopo aver offerto loro dosi di stupefacente, si è allontanato e diretto verso un tombino, da dove ha prelevato una lattina. Quando i carabinieri hanno notato che all’interno della lattina erano una sopra l’altra le dosi già pronte alla vendita, sono intervenuti bloccando il pusher che, costretto ad aprire il suo “archivio sotterraneo”, ha dovuto tirar fuori il suo carico di droga. Così i militari hanno sequestrato decine di dosi di marijuana e provveduto ad arrestare l’immigrato del Mali che, portato in caserma, è stato trattenuto in attesa del rito direttissimo.