Non sposta la valigia: rissa sul tram. Due egiziani denunciati

Una valigia ingombrante che rendeva difficile salire e scendere dal tram è all’origine di una violenta rissa tra giovani italiani e giovani nord africani, poi risultati essere egiziani, che si è conclusa con la denuncia degli ultimi due per lesioni personali. L’episodio si è verificato in piazzale Maciachini, a Milano.

L’intervento della polizia

Sul posto è intervenuta una volante di passaggio. Gli agenti hanno notato un tram fermo con numerose persone intorno, alcune delle quali facevano video con il cellulare. Hanno quindi deciso di fermarsi e, a quel punto, hanno notato seduto nel tram un giovane nord africano, che un italiano ha indicato come aggressore di un suo amico. «Ha spaccato la testa del mio amico con una bottiglia», ha riferito il ragazzo alla polizia, mentre su piazzale Maciachini stavano arrivando altri nord africani. La polizia quindi ha ammanettato il nord africano, che però è stato colpito con un calcio da un giovane italiano, che aveva il volto coperto di sangue e che poi è stato allontanato dalla polizia. Sul posto sono intervenuti anche i paramedici del 118 che hanno trasportato il nord africano in codice verde all’ospedale Fatebenefratelli, mentre il ragazzo italiano con ferite al volto e un suo amico con un piccolo taglio a una mano sono stati portati a Niguarda, anche loro in codice verde. 

Una valigia impediva di salire e scendere dal tram

Durante gli accertamenti, i due italiani hanno riconosciuto come aggressore un secondo nord africano, un diciannovenne in Italia senza fissa dimora, che è stato trasportato in Questura. Ristabilita la calma, i due italiani hanno spiegato di aver avuto un diverbio con i due nord africani a causa delle valigia ingombrante di uno dei due, che rendeva difficile salire e scendere dal tram. I due ragazzi italiani hanno chiesto ai due africani di spostare la valigia. Richiesta rimasta però inascoltata. Ne è scaturita una lite, che è proseguita in un crescendo di toni fino a quando uno dei due nord africani ha preso una bottiglia di olio da cucina in vetro e l’ha frantumata sulla testa di uno dei due italiani, che poi è stato anche aggredito alle spalle dal secondo nord africano. Per questo i due egiziani dovranno rispondere di lesioni personali.

Il precedente di Livorno

Qualche giorno fa un episodio simile si era verificato a Livorno, solo che le protagoniste erano state delle donne. Una passeggera italiana aveva chiesto a una donna islamica di chiudere i due passeggini che aveva con sé e quella, dopo aver protestato con l’autista, di fronte alle insistenze della donna era passata alle mani.