Nino Sospiri

Leader indiscusso di Alleanza Nazionale, Nino Sospiri, l’ex bersagliere di Penne, sposato e padre di due figlie, era nato a Penne (PE) il 26 luglio 1948, ed è morto a Pescara il 2 gennaio 2006. Subito dopo aver conseguito il Diploma di perito chimico industriale, aderisce al Movimento Sociale Italiano e negli anni successivi riveste molti ruoli e assolve a molti incarichi di partito. Vediamo quali, riassunti in una scheda.

Nino Sospiri, la vita, la politica

Dopo la maturità come perito chimico industriale, Nino Sospiri si è da subito impegnato in politica con il Movimento Sociale Italiano e negli anni successivi è stato presidente dall’associazione giovanile di destra Giovane Italia. Dopo aver svolto il servizio militare a Civitavecchia nel 1º Reggimento Bersaglieri 1º battaglione 2ª compagnia,nei primi anni Settanta, Sospiri nel ’75 è stato eletto segretario comunale del MSI a Pescara e consigliere comunale nella stessa città. Solo due anni dopo sarebbe entrato a far parte del Comitato Centrale e nel 1980 della Direzione nazionale del partito, di cui ha diretto i settori nazionali sicurezza sociale e comuni e province. Il 1984 è l’anno della nomina a segretario regionale del MSI in Abruzzo, e due anni dopo la volta dell’ingresso nella segreteria nazionale del partito. Segretario nazionale amministrativo nel 1990 e parlamentare per sette legislature dal 1979 al 2006, negli ultimi anni di vita Sospiri è stato parlamentare di AN e Sottosegretario ai Trasporti nei governi Berlusconi. Morì a causa di un male incurabile durante il suo incarico nell’esecutivo, presso l’Ospedale civile Spirito Santo di Pescara.

Attività politica e incarichi di partito: la scheda 

 

 

Nino Sospiri i iscrive al MSI nel 1964. Negli anni successivi è Presidente della Giovane Italia. Segretario del Raggruppamento giovanile studenti e lavoratori e Presidente del Gruppo Universitario FUAN di Pescara. Assume poi l’incarico di segretario regionale e dirigente nazionale del Fronte della Gioventù.

Nel 1975 è eletto segretario federale di Pescara.

Nel 1977 entra a far parte del Comitato Centrale e nel 1980 della Direzione nazionale del Partito. Dirige i settori nazionali sicurezza sociale e comuni e province. 

Nel 1984 è nominato Segretario regionale del MSI in Abruzzo. 

Dal 1986 fa parte della segreteria politica nazionale ed è eletto consigliere nazionale dell’ANCI. 

Nel 1990 è stato Segretario nazionale amministrativo del partito e presidente regionale di Alleanza nazionale in Abruzzo. 

Dal 1995 ricopre l’incarico di Presidente nazionale della Consulta per le politiche ambientali di Alleanza nazionale.

Segretario nazionale amministrativo nel 1990 e deputato dal 1979 al 2006, negli ultimi anni di vita Sospiri è stato esponente di An e Sottosegretario al Ministero dei Trasporti nei governi Berrlusconi II e III. È morto a causa di un male incurabile durante il suo incarico nell’esecutivo, presso l’ospedale civile di Pescara.