‘Ndrangheta: occorre “rigore” e Agnelli puo’ aiutarci. Se lo chiede lui… ce lo danno

Per una volta sono bianco-nero-azzurro. Agnelli è accusato dalla giustizia sportiva ma di certo non ha commesso reati. Dicono che la Juve teneva buona la curva con più biglietti del dovuto ai capataz. Può darsi. Si dice lo facciano in molti. Ma spesso le società calcistiche sono lasciate sole a gestire persone e ambienti che fuori dallo stadio sono dediti al malaffare e che nella curva innocente sguazzano come pesci nell’acqua. 
La risposta non può venire dalle società di calcio ma dallo Stato che non ne vuol saper di leggi di vera fermezza, di sicurezza e di tolleranza zero. Occorrerebbe rigore. Molto più rigore. In questo Agnelli può aiutarci: se lo chiede lui… ce lo danno.