Morto a 101 anni David Rockefeller jr: fondò il famigerato “Bilderberg”

Il banchiere e filantropo americano David Rockefeller, considerato tra gli uomini più ricchi del mondo, è morto oggi a poco meno di tre mesi dal suo 102mo compleanno. Secondo quanto reso noto dalla Fondazione omonima, il “banchiere dei banchieri“, nato a New York il 12 giugno del 1915, è morto nel sonno nella sua casa di Pocantico Hills. Tra i membri fondatori del Gruppo Bilderberg e della Commissione trilaterale, che riuniscono le personalità più influenti del mondo della politica, dell’economia, della finanza e del giornalismo, Rockefeller – si legge nella nota – “è stato uno delle figure più influenti nella storia della finanza e della filantropia americana, considerato da molto l’ultimo grande businessman internazionale degli Stati Uniti”. David Rockefeller era il più giovane dei sei figli di John D. Rockefeller Jr. e nipote del cofondatore della compagnia petrolifera Standard, John D. Rockefeller, considerato il primo miliardario americano. Nel 1981 era andato in pensione dopo una vita spesa come presidente ed amministratore delegato della Chase Manhattan. Nel 1940 aveva sposato Margaret McGrath, morta nel 1996, da cui aveva avuto sei figli.  

David è stato il più giovane dei figli di John Davison Rockefeller Jr., il patriarca della famiglia. La sua ricchezza è stata stimata da Forbes in circa 3 miliardi di dollari, e per questo è sempre stata presente nelle classifiche delle persone più ricche del mondo. Tra le attività non imprenditoriali ha figurato la presidenza del Museum of Modern Art di New York nel periodo 1962-1972 e poi nuovamente 1987-1993. Nel corso della sua lunga carriera dirigenziale ha ricoperto ruoli di rilievo in alcune delle più grandi aziende del mondo. Divenne poi molto famoso anche per le sue attività lobbistiche, tra cui, come detto, il Gruppo Bilderber e la famigerata Commissione Trilaterale.