Medjugorje, arriva l’inviato del Papa per “valutare” la pastorale del luogo

Papa Francesco «è molto interessato allo sviluppo della pietà popolare che si svolge in questo luogo. Questo fa anche parte della mia missione: valutare la pastorale di questo luogo e proporre direttive che si dovranno realizzare in futuro». Lo ha evidenziato, a proposito della vicenda legata a Medjugorje, il delegato papale, monsignor Henryk Hoser le cui parole sono riportate da Medjugorje.hr e riprese dal Sir.

Medjugorje sotto la lente del delegato pontificio 

«Vengo da un Paese che ha molta devozione verso la Madre di Dio. Maria è la Regina della Polonia. Auguro a tutti voi di fare di Maria la Regina della vostra vita. Per il momento bastano queste parole», ha aggiunto il presule che lo scorso febbraio è stato inviato dal Papa
allo scopo «di acquisire più approfondite conoscenze della situazione pastorale di quella realtà e, soprattutto, delle esigenze dei fedeli che vi giungono in pellegrinaggio».

«In questo luogo arrivano milioni di pellegrini» 

L’inviato del Papa, ai fedeli riuniti nella chiesa di San Giacomo, ha fotografato la situazione: «Ci troviamo in un luogo in cui si raduna una moltitudine di pellegrini. Chiediamo tutti insieme l’intercessione della Madre di Dio, affinché apra i nostri cuori ed anche le nostre
menti alla grazia divina, all’insegnamento della Chiesa ed alla Parola di Dio. Lo Spirito Santo è la nostra vita ed egli è anche l’anima della Chiesa. Cerchiamo la verità di Dio su noi stessi ed anche la verità di Dio sull’uomo».