Matteoli: «L’unità del centrodestra è a portata di mano. Basta volerla»

«L’unità del centrodestra è possibile, direi a portata di mano. Le idee e come realizzarle, tra le forze che stanno da questa parte del sistema politico italiano, sono più numerose e più sostanziali rispetto a quelle su cui c’è una discussione. Bisogna valorizzarle e avere la volontà di attuarle insieme». Altero Matteoli, all’indomani del convegno “Verso le primarie del centrodestra”,  traccia un primo bilancio dell’incontro. «L’obiettivo dell’iniziativa – spiega il senatore di Forza Italia – era quello di capire se l’unità del centrodestra sia possibile e l’esito è stato più che positivo. I molti presenti hanno potuto assistere a un dibattito sereno e costruttivo, teso a dimostrare che si può e si deve ritornare a governare il Paese, dopo il fallimento dei tre anni di Renzi».

Matteoli: un’occasione mancata per gli assenti

Basta volerlo, dice ancora Matteoli, «e avere coraggio, al di là, delle primarie sì o no e delle varie opzioni possibili (coalizione, federazione, partito unico) di presentarsi uniti agli elettori sia alle amministrative che alle politiche. Gli organi di informazione, che ringrazio per l’attenzione con cui hanno seguito l’incontro, fanno emergere oggi l’assenza di alcuni amici di Forza Italia. Certamente – dice ancora Matteoli – è stata per loro un’occasione mancata. Ci dispiace ma andiamo avanti, ci saranno altre occasioni per partecipare. Se qualcuno tra gli assenti, e non voglio crederci volesse applicare la massima del “meno siamo meglio stiamo”, spero si ricreda rapidamente e dia il suo contributo».