Matteoli: “Il centrodestra può ripartire unito e candidarsi alla guida del Paese”

Ricostruire un percorso comune nel centrodestra. Con questo intento «sabato 11 marzo riunirò a Firenze, attorno a un tavolo, alcuni vecchi amici, ex colleghi parlamentari e consiglieri regionali, che si sono allontanati nel tempo da Forza Italia. Insieme ragioneremo sulla possibilità e l’opportunità di una comune ripartenza del centrodestra in Toscana, dopo i non brillanti risultati politici conseguiti negli ultimi anni e dopo le diverse incomprensioni registratesi nel nostro mondo».  È  il senatore di Forza Italia, Altero Matteoli a presentare così l’incontro “Il centrodestra in Toscana può ripartire?”, che si terrà sabato prossimo a Firenze, alle 10, presso l’hotel Italiana Florence.

Matteoli: «Si aprono nuove prospettive»

«Con noi -aggiunge- ci sarà anche il coordinatore regionale di Forza Italia, Stefano Mugnai. All’incontro, organizzato dalla Fondazione della Libertà per il bene comune,
parteciperanno Paolo Amato, Paolo Bartolozzi, Andrea Bellandi, Roberto Benedetti, Alessio Bonciani, Alberto Magnolfi, Francesco Macrì, Franco Mugnai, Angelo Pollina e Leopoldo Provenzali”. «Credo sia molto significativa questa occasione – sottolinea Matteoli – per ricostruire un percorso comune, alla luce delle nuove prospettive che si aprono anche di fronte ad una sinistra nuovamente divisa e incapace di governare la Toscana e il Paese», ragiona Matteoli. Confrontarsi con un centrosinistra frantumato è un’occasione per far emergere lepotenzialità di un centrodestra – da FdI a FI, passando per la Lega – che, se unito sui temi forti che premono agli italiani, ha ottime chance. come anche sottolinano i receti sondaggi. Il dibattito sulla leadership tiene banco, come pure la richiesta delle primarie chieste da sempre da Fratelli d’Italia. Intanto anche Salvini scalpita per sfidare Renzi. «Ho una grande squadra, formata da Maroni, Zaia, tantissimi sindaci… Ritengo di avere una squadra all’altezza per poter governare domani. Quanto a me, se mi chiedessero di confrontarmi con Renzi, io sono pronto domani mattina a sfidare Renzi, ribadisce da Napoli, ospite di un videoforum de ‘Il Mattino’, rilanciando la sua leadership nel centrodestra in chiave anti-Renzi.