Macellazione clandestina, sequestrate cinque tonnellate di carne equina

Sequestrate tonnellate di carne equina macellata clandestinamente. I carabinieri dei Nas di Catania e Ragusa, in collaborazione con i carabinieri del Noe di Catania hanno scoperto un traffico di macellazione nel comune di Rosolini. Durante le verifiche, infatti, all’interno di una macelleria sono state individuate circa cinque tonnellate di carne equina, sia fresca che abusivamente congelata, in procinto di essere immessa sul mercato. C’era una bollatura sanitaria contraffatta. Nei locali sono stati trovati, infatti, timbri falsi che servivano ad attestare la salubrità degli animali macellati e l’idoneità delle carni al consumo.

Macellazione clandestina, gli accertamenti

La macellazione degli equini avveniva all’interno di un’azienda agricola, dove c’era un vero e proprio mattatoio clandestino. Lì gli investigatori hanno sorpreso anche una persona che era intenta a macellare un equino di sospetta provenienza. Inoltre, gli ambienti dove venivano macellati gli equini erano in pessime condizioni d’igiene. E mancavano dell’autorizzazione veterinaria. Gli investigatori hanno, infine, scoperto in un’azienda confinante un intero allevamento abusivo, costituito da quaranta equini di provenienza sconosciuta. Al termine delle operazioni sono state sottoposte a sequestro le due aziende, le aree inquinate, la macelleria e la carne trovata.