Londra: dal 2013 sventati 13 attentati grazie alle segnalazioni dei cittadini

I numeri sciorinati sena mediazioni diplomatiche o locuzioni interlocutorie rendono ancor più choccante l’annuncio pubblico fatto dal responsabile dell’anti-terrorismo della polizia britannica, Mark Rowley, lanciando la campagna Action CounterTerrorism, con la quale si invitano i cittadini a riferire alle autorità attività sospette: e i numeri dichiarati sulla base delle informazioni d’intelligence, parlano di servizi di sicurezza britannici attivi che hanno fin qui prevenuto ben 13 potenziali attentati terroristici a partire dal giugno 2013.

007 inglesi, con le segnalazioni sventati 13 attentati dal 2013

Le indagini anti-terrorismo in corso, ha detto Rowley parlando ai microfoni di Bbc Radio 4, sono in media 500 e, in un terzo delle indagini più rilevanti, le informazioni ricevute dai cittadini si sono rivelate di aiuto per la polizia. Un aiuto fondamentale che ha letteralmente stroncato sul nascere le intenzioni stragiste di diversi terroristi. Per questo Rowley non ha esitato a definire questo contributo arrivato dalla poplazione civile «straordinario», spiegando nello specificio che «in alcuni casi le informazioni dei cittadini hanno di fatto avviato un’indagine». Un’indagine che, sull’imput del sospetto, ha poi esteso controlli e rafforzatiìo le misure di sicurezza che hanno impedito gli attacchi. Di più: dati i ragguardevoli risultati raggiunti con questo lavoro di prevenzione reso possibile dagli allarmi e dai sopetti della popolazione civile, ormai guardinga e perennemente allertata, il capo dell’anti-terrorismo ha invitato il pubblico a continuare a «fidarsi del proprio istinto» e a «non essere cauti» quando si sta pensando di chiamare la polizia per denunciare attività sospette.