Londra, 7 arresti a Birmingham. Riunito il comitato d’emergenza (video)

 

All’indomani dell’attacco terroristico al Parlamento di Westminster, in cui sono morte 5 persone compreso l’attentatore, sono stati effettuati sette arresti  nella notte tra la capitale del Regno Unito e Birmingham. Reparti della polizia britannica hanno condotto nella notte un raid in un appartamento al piano di sopra di un negozio poco ad ovest del centro della città di Birmingham, attorno al quale le strade sono rimaste chiuse per diverse ore. Lo riferisce il quotidiano the Guardian nel suo sito online, notando che ieri sera la Bbc aveva reso noto che il suv usato per l’attacco, un Hyundai i40, potrebbe essere stato noleggiato proproio a Birmingham. La polizia ha arrestato tre persone sospette nel raid a Birmingham. Il Daily Mail sottolineando che secondo alcune testimonianze di vicini di casa l’appartamento, in Hagley Road, potrebbe essere quello del sospettato attentatore dell’attacco di Westminter. Secondo altre fonti – citate dal giornale inglese – anche il veicolo 4X4 utilizzato per l’attacco potrebbe essere stato noleggiato nella stessa strada. 

Londra, il ministro dell’interno conferma la matrice islamista

È prevista una nuova riunione del comitato per le emergenze Cobra, presieduta da Theresa May. La premier parteciperà in seguito alla seduta della Camera dei Comuni, che riprende i suoi lavori. “Il Parlamento rispre subito- dice- non ci faremo piegare ”. Il ministro dell’Interno Amber Rudd, che ieri era all’estero, come il suo collega di governo e ministro degli Esteri Boris Johnson, sta facendo ritorno nella capitale britannica. Per oggi, riporta la Bbc, è anche attesa una nuova dichiarazione del sindaco di Londra, Sadiq Khan, che ha preso parte alla riunione del comitato Cobra, convocata dopo l’attacco di Westminster. L'”ipotesi al vaglio” degli inquirenti che prende sempre più forma e conferma è che l’attacco di Westminster “è legato al terrorismo islamico in qualche forma”. Lo ha confermato questa mattina al programma Bbc Radio 4 il ministro della Difesa britannico Michael Fallon, aggiungendo che non si esclude che l’attacco sia stato diretto da oltreoceano. La polizia, ha detto ancora, sta controllando se qualcun altro è stato coinvolto nella sua preparazione.

Veglia a Trafalgar Square

Il sindaco Sadiq Khan ha invitato i londinesi a partecipare stasera a Trafalgar Square, a partire dalle 18, ad una veglia di solidarietà per le vittime dell’attacco  a
Westminster. “Londra è la più grande città del mondo. Non ci faremo intimorire mai dal terrorismo”, ha affermato Khan.