Librandi se la prende col ristoratore di Lodi: “Non siamo mica in Texas”

«L’Italia non è il Texas. Non possiamo dare spazio a chi pensa che chiunque possa imbracciare un’arma e sparare contro un proprio simile. Sennò finisce il concetto di società». Gianfranco Librandi si rifiuta di difendere il ristoratore di Lodi. Il deputato del gruppo Civici e Innovatori ancora una volta prende posizione in maniera controversa, come se la legittima difesa non fosse prevista dal codice penale.

Librandi si è scagliato anche contro il pensionato di Vaprio D’Adda

Non è la prima volta che il deputato eletto con Mario Monti si scaglia contro i cittadini che cercano di difendersi da aggressioni e rapine. Nell’ottobre scorso, in diretta tv, ha avuto un duro alterco con Daniela Santanché. Da una parte la parlamentare di Forza Italia solidarizzava con il pensionato di Vaprio D’Adda che aveva ucciso un ladro che gli era entrato dentro casa, dall’altra Librandi aveva impartito lezioni di bon ton in caso di rapina. Mettersi nei panni di chi in piena notte si vede piombare in casa un estraneo? Librandi ha avuto il coraggio di replicare che «prima di sparare avrebbe dovuto dire “altolà, chi va là” e  sparare in aria». Una lezione di buone maniere che ovviamente arriva da un politico che non ha mai subito una rapina del genere. Se poi, come è successo all’ex deputato Ds Michele Giardiello, il politico buonista rimane vittima della violenza criminale, il punto di vista cambia di colpo. Così il politico di sinistra, dopo che dei ladri gli hanno aggredito la moglie in casa, ha invocato legge e ordine, gridando alla vergogna per le condizioni dell’ordine pubblico in Italia.

Quando Librandi ha detto ai terremotati: “Vi lamentate troppo”

Nelle sue uscite impopolari, Librandi è un autentico campione. A gennaio, nella trasmissione Dalla Vostra Parte ha trovato modo di polemizzare in diretta con alcuni terremotati in collegamento dalle zone colpite dal sisma. Da non credere. Una donna lo attacca, urlando: “Vieni a meno dieci gradi invece di parlare”. E lui risponde, sornione: “Mi è stato detto che andate a dormire negli alberghi sulla costa, ci sono i container, ci sono tutte le possibilità, ci sono le tende”.