Le onlus? Sono una risorsa: la Lombardia stanzia 650mila euro

Uno stanziamento di 500 mila euro per acquistare nuovi mezzi e dotazioni tecniche, con l’obiettivo di migliorare le condizioni operative del personale dei distaccamenti volontari dei Vigili del Fuoco della Lombardia. Ulteriori 150 mila euro saranno destinati alla formazione. E’ quanto prevede la legge (relatore Luca Marsico, Forza Italia) a sostegno e per la valorizzazione del personale dei distaccamenti volontari dei Vv.Ff. (1600 uomini dislocati in 70 caserme), approvata dal consiglio regionale lombardo all’unanimità dopo essere passata al vaglio prima delle commissioni Ambiente e Bilancio, che ha aumentato lo stanziamento in sede di approvazione della norma finanziaria (portando da 100 a 500mila euro le risorse per l’acquisizione di mezzi). I fondi saranno assegnati attraverso specifici bandi, rivolti esclusivamente alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (onlus) costituite a supporto delle attività dei distaccamenti volontari e – su proposta del gruppo della Lega Nord – anche alle associazioni di promozione sociale (Aps) che abbiano tra le loro finalità statutarie il sostegno a un distaccamento di volontari. Sarà la giunta regionale a istituire un apposito elenco e i contributi verranno aggiudicati secondo le priorità indicate su base provinciale dalla Direzione regionale dei Vigili del fuoco, previo accordo col ministero dell’Interno e sentiti i rappresentanti regionali dei volontari.

I fondi stanziati per le onlus dei vigili del fuoco

”I volontari -ha detto il relatore Luca Marsico- sono una risorsa straordinaria. Con questa legge si riconosce il valore di chi opera a tutela della cittadinanza e del territorio, senza ampliare però a dismisura la platea dei destinatari dei contributi”. Il consiglio ha anche approvato due ordini del giorno collegati al testo. Con il primo, presentato da Fabio Rolfi (Ln) e integrato su proposta della consigliera Laura Barzaghi (Pd) con il quale si chiede che parte delle risorse vengano destinate alla formazione di volontari come istruttori, per consentire ai vigili volontari l’accesso a questa abilitazione. Il secondo, presentato dal capogruppo della Lega Nord, Massimiliano Romeo, si invita la giunta a verificare l’effettivo legame fra onlus aps e distaccamenti ai fine della partecipazione ai bandi e di consentire per il 2017 a onlus e aps ancora in fase di costituzione, ”di accedere ai bandi, fermo restando che l’effettiva erogazione dei contributi dovrà essere subordinata alla conclusione dell’iter costituzione”. Nel dibattito sono intervenuti i consiglieri Fabio Rolfi e Massimiliano Romeo (Ln), Laura Barzaghi e Gianantonio Girelli (Pd), Carolina Toia (Lista Maroni), Silvia Fossati (Patto Civico), Riccardo De Corato (FdI), Andrea Fiasconaro (M5S). In chiusura di dibattito anche gli interventi del vice presidente del consiglio regionale, Fabrizio Cecchetti e dell’assessore alla Sicurezza, Simona Bordonali.