La Raggi discute di sicurezza stradale, sul web spopola il video del cinghiale in fuga (video)

Un cinghiale in fuga per le vie di Roma: per via Baldo degli Ubaldi, per l’esattezza, una delle arterie limitrofe al centro ad alta densità di traffico, di giorno come di notte. E incredibilmente, anche nelle ore in cui in Campidoglio si dibatte di sicurezza stradale e si celebra la memoria delle tante, tantissime vittime d’incidenti mortali, il video che registra la corsa folle di un cinghiale in mezzo alle auto in transito, spopola sul web: innestandosi con paradossale tempestività su discorsi istituzionali e promesse elettorali. 

Cinghiale in fuga per le strade di Roma

E allora, «dobbiamo far sì che le persone che vivono nella nostra città utilizzino la strada in maniera sicura», declamava ancora questa mattina la sindaca Raggi mentre online in decina di migliaia si affrettavano a sintonizzarsi sui siti che postano il video del cinghiale in corsa mentre prova a tagliare la strada dell’automobilista che lo sta riprendendo col suo telefonino. E ancora: intervenendo in Aula Giulio Cesare durante la seduta dell’Assemblea capitolina dedicata alla sicurezza stradale – alla quale ha partecipato anche Jean Todt, inviato speciale dell’Onu sul tema – la prima cittadina pentastellata ricordava a tutti che «la strada è dei pedoni, è dei ciclisti e dei bambini, la strada è di tutti – sentenziava la Raggi – e ognuno deve avere una sua corsia, un posto dedicato». Cinghiali compresi? Verrebbe da chiedersi… Al di là però di facili ironie che non fanno altro che sottolineare amaramente l’entità del problema, quello che va sottolineato è il degrado e l’imprevedibilità dei rischi che affliggono la capitale, che elevano continuamente l’asta dell’impensabile: un’entità quaintificata proprio nella sala consiliare dall’assessore capitolino alla Mobilità Linda Meleo che, in un passo del suo intervento sulla sicurezza stradale, ha rilevato: «Roma ha il primato negativo del numero totale di incidenti in città e di incidenti mortali, con una media di 1 morto ogni 2 giorni e 47 feriti al giorno»…