La polizia inglese: “L’assalitore ha agito da solo, con l’auto e il coltello”

La polizia londinese ritiene al momento che l’uomo considerato responsabile dell’attacco oggi a Westminister abbia agito da solo. Lo ha detto un portavoce della polizia nella conferenza in cui ha anche reso noto che l’uomo è morto. E’ intanto stata pubblicata dai media britannici una foto del sospetto assalitore mentre una squadra di soccorso cerca di rianimarlo dopo essere stato colpito dai proiettili degli agenti di polizia che l’hanno fermato. Secondo la ricostruzione, ancora provvisoria, fornita dalla polizia l’assalitore, dopo aver falcidiato almeno 20 persone, compresi tre agenti, sul ponte di Westminster, si sarebbe andato a schiantare sul marciapiede antistante la cancellata a nord di New Palace Yard, lo spazio verde adiacente al Big Ben, dalla parte opposta dell’entrata della stazione metro di Westminster. Se si esclude, come al momento fa la polizia, che vi sia stato un secondo aggressore, l’uomo a questo punto sarebbe sceso dall’auto ed, armato di coltello, avrebbe attraversato la cancellata del Palazzo di Westminster, accoltellando, ed uccidendo, un poliziotto. L’uomo avrebbe poi cercato di colpire un secondo poliziotto, ma sarebbe stato fermato dai proiettili della polizia. Tutto il centro della città è stato chiuso per ore.