«La mia casa è diventata un bordello»: affitta la sua villa a Roma e scopre che…

Affittare la propria villa a Formello, a nord di Roma e scoprire che è stata trasformata in un club privè, in  un luogo hard frequentato da scambisti, con tanto di festini a luci rosse, scambi di coppia e orge party pubblicizzati addirittura su social e siti internet. E’ la brutta sorpresa capitata a Cristina Vajola, istruttrice di equitazione di 45 anni, che a giugno ha deciso di mettere in affitto la sua villa. Lo apprendiamo dalla cronaca del Messaggero. La villa è molto grande, oltre  850 metri quadrati di casa, 4 ettari di giardino e piscina. «La mia casa è diventata un bordello», ha esclamato sconsolata e stupefatta la proprietaria, scoprendo da google che la casa in cui era cresciuta era finita in mani quanto mai sbagliate. Tra l’altro la propiretaria si è pure lamentata che gli affittuari “non pagavano neanche l’affitto», si 5000 euro al mese, ascrivendo motivi futili come il non perfetto funzionamento dei servizi e dell’irrigazione del giardino. 

La camera di mamma e papà con grate sadomaso

«La casa è irriconoscibile», si lamenta Cristina: grate sadomaso nella camera da letto che fu dei genitori della donna, ristorante sexy per 50 coperti al posto del salone e uina discoteca senza alcuna permesso della Asl come prescritto. persiono video su Youtube per pubblicizzare il Capodanno. Insomma la casa era diventata l’epicentro di una “filiera” del sesso a pagamento, aperto dal percoledì al sabato, costo dai 60 agli 80 euro. Una volsta scopetyo il tutto la proprietaria ha chiamato tutti, Carabinieri, Finanza, Asl, Comune. Ad oggi non è ancora successo nulla, persino con una notifica  di sfratto, dice la donna.