La casa museo di Hugo va protetta. Partono i lavori di conservazione

La villa romantica dello scrittore francese Victor Hugo (1802-1885) sull’isola di Guernsey, davanti al golfo di Saint-Malo, dipendenza della Corona Britannica con governo autonomo, è minacciata dall’acqua e dall’umidità. Per questo presto Hauteville House sarà interdetta alle visite e sottoposta a un intervento di risanamento e restauro per salvarla dal degrado incombente, che ha già danneggiato la magnifica veranda sul mare. Le sue porte saranno chiuse al pubblico dal prossimo ottobre, quando inizieranno i lavori di conservazione, stimati in un costo di almeno 2 milioni di euro.

A tal fine la municipalità di Parigi, proprietaria di Hauteville House dal 1927, ha lanciato una sottoscrizione pubblica per salvare questa dimora che fu il rifugio di Hugo e della sua famiglia tra il 1856 e il 1870, quando fu esule per motivi politici dalla Francia di Napoleone III, e dove furono scritti capolavori come “La leggenda dei secoli“, “I miserabili” e “I lavoratori del mare“. La Fondation du Patrimoine, ente governativo francese, ha aperto la sottoscrizione sul suo sito internet, ricordando come Hauteville House non è una semplice villa familiare ma una vera e propria opera d’arte, dove gran parte dell’architettura e degli arredi furono progettati dal grande scrittore francese. La dimora riflette il gusto dello scrittore, che ne curò personalmente l’arredo e le decorazioni, alitandovi la sua poesia in ogni sala.