Juncker, incredibile accusa a Trump: «Potrebbe scatenare una guerra nei Balcani»

Una nuova guerra nei Balcani? Rischia di scatenarla Donald Trump dagli Stati Uniti. Incredibile ma vero, il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker accusa il presidente degli Stati Uniti perfino di poteri “bellici” a distanza, per effetto delle proprie, legittime, posizioni politiche. Come quella sulla Brexit. In un’intervista al Financial Times, Juncker definisce “fastidioso” e “sorprendente” l’entusiamo mostrato da Trump per l’uscita del Regno Unito dalla Ue. Questo atteggiamento, dice Juncker, mostra la mancata conoscenza, da parte del presidente Usa, della complicata storia europea. «Incoraggiare altri Paesi a copiare la Brexit rischia di scatenare una guerra nei Balcani Occidentali», dice Juncker, che si lamenta delle ingerenze americane. Ma da che pulpito viene la predica…

Le ingerenze di Juncker contro Trump

Nel novembre scorso, all’indomani delle presidenziali americane, il presidente Juncker aveva manifestato preoccupazione e usato toni sprezzanti contro Trump e la sua elezione: «Perderemo due anni, aspettando che Trump termini di fare il giro del mondo che non conosce». Parole di fuoco che avevano scatenato la reazione dei trumpisti, che avevano fatto notare a Juncker che Trump è stato eletto dalla maggioranza dei votanti americani, mentre il leader europeo non ricopre il suo ruolo grazie a un mandato elettorale.