Inevitabile un nuovo referendum in Scozia: Brexit a rischio?

Il governo britannico ritiene ormai  quasi inevitabile un nuovo referendum per l’indipendenza della Scozia. Si tratta di stabilire il “quando” e non il “se”. Lo scrive il  Financial Times, citando fonti di Downing Street che si dicono convinte che la first minister scozzese Nicola Sturgeon tenterà di  indire una nuova consultazione il prossimo autunno. Il governo di  Theresa May, spiegano le fonti, farà tutto il possibile per rinviare  il voto fino al compimento della Brexit, con l’uscita del Regno Unito  dalla Ue.

Anche se il governo britannico potrebbe fare ricorso alla sua autorità per bloccare il referendum, Downing Street sembra invece intenzionata  ad usare il proprio potere per determinare la data della  consultazione. “È inevitabile. Non credo che possiamo fare nulla per  fermarlo”, ha riferito al Ft uno dei ministri coinvolti nella  discussione sul voto scozzese. “Il dibattito riguarderà solo la data”, ha aggiunto.

Un nuovo referendum per l’indipendenza complicherebbe il già difficile cammino di Londra verso la Brexit. Secondo un sondaggio Ipsos Mori diffuso giovedì, gli elettori scozzesi sarebbero oggi spaccati  esattamente a metà sul tema dell’indipendenza, dopo una serie di altri sondaggi nei quali prevalevano i favorevoli alla permanenza della  Scozia nel Regno Unito.